Brillantino al dente, ci sono dei rischi per la salute?

Il piercing dentale o anche può essere chiamato come Skyce o “gioiello dentale” è un trattamento cosmetico che consiste nel posizionare un piccolo vetro luminoso, diamante o altra pietra preziosa, sulla faccia vestibolare (faccia esterna) del dente. 

Questa moda è molto antica poiché secondo la letteratura nell’antico Egitto i faraoni la usavano come simbolo di distinzione e grandezza. 

Ai giorni nostri, i brillantini al dente devono essere inseriti con estrema cura e da un professionista, altrimenti si può incorrere in qualche inconveniente: i rischi del brillantino al dente sono trattati anche da Dentalpharma.it in un articolo molto esauriente.

Sebbene improbabile, le uniche complicazioni che possono sorgere dopo il posizionamento di questo tipo di gioielli sono l’irritazione cronica della mucosa adiacente, specialmente sul labbro o sulla lingua.

Possibile, ma rara, anche una frattura del dente, causata da una base troppo debole, e se la dimensione di il piercing scelto è troppo grande.

Attualmente, i pazienti cercano, oltre ad avere una salute orale, abbellire il sorriso, essere in grado di ottenere un’estetica più piacevole e sentirsi meglio con se stessi.

Ma come si mette il brillantino al dente?

 

Come viene posizionato il piercing dentale?

 

Il piercing dentale viene normalmente posizionato sull’incisivo laterale superiore (destro o sinistro).

 

Questa è l’area più richiesta per il posizionamento del gioiello poiché è più visibile quando si sorride, anche se in realtà può essere impiantato in qualsiasi dente.

 

Ricordiamoci che è sempre raccomandabile il posizionamento del gioiello da parte di un dentista professionista.

 

Il processo di posizionamento è simile all’adesione di un bracket in ortodonzia, quindi è completamente indolore. Non è necessario preparare la base in precedenza o tagliarlo. Il dente difficilmente subisce alterazioni, perché il gioiello viene semplicemente appoggiato sulla sua superficie.

 

Viene eseguita una sanificazione della superficie su cui verrà posizionato: mediante una tecnica di adesione e un cemento speciale, il gioiello viene collocato sulla superficie del dente scelto dal paziente.

 

Il trattamento è abbastanza economico e facile da eseguire in una singola sessione medica. Non provoca alcun danno al dente trattato in quanto viene fatto aderire alla superficie attraverso una resina fotopolimerizzabile. La procedura è assolutamente innocua e di breve durata, normalmente dura dai 10 ai 20 minuti circa. 

 

La durata di questo gioiello è lunga ma il tempo dipende dall’igiene orale del paziente e dal tipo di alimento che viene ingerito. Questo piercing dentale può essere rimosso in qualsiasi momento, quando il paziente lo desidera.

 

I gioielli dentali possono essere di tutti i colori, oro, argento e vari materiali: da un semplice cristallo trasparente o verde smeraldo, a una pietra preziosa come diamanti, zaffiri e rubini. Il brillante è ricoperto su una delle sue facce da una pellicola simile a quella usata negli specchi, che conserva la brillantezza del brillante.

 

È sicuro indossare gioielli dentali?

 

L’ unico requisito per poter seguire la moda del piercing dentale è avere denti sani, senza tartaro e senza carie, al fine di evitare possibili complicazioni.

Va notato che il posizionamento di questo tipo di gioielli viene effettuato con un metodo minimamente invasivo che non richiede la perforazione del dente, non è doloroso ed è temporaneo. Inoltre, non necessita di manutenzione aggiuntiva dopo l’installazione.

Tuttavia, tenere presente che lo smalto dei denti deve essere preparato o condizionato prima del posizionamento. Questa preparazione può spesso modificare in modo permanente la superficie del dente.

Il brillantino può essere facilmente rimosso, sempre da un dentista, senza danneggiare il dente. Cioè, dopo la sua rimozione, il dente rimarrà sempre intatto. Essendo senza spigoli vivi, questo specifico gioiello non sfrega sulle labbra e non le taglia.

I denti si possono spazzolare normalmente e si può mangiare di tutto, anche se è consigliabile fare un po’ più di attenzione quando si mordono cibi troppo duri, come ad esempio torrone, liquirizia o ghiaccio. In questo modo eviteremo che il piercing dentale si stacchi.

 

Quanto costa il piercing dentale?

Il prezzo di questo tipo di gioielli può variare a causa di vari fattori, a seconda della zona, del numero di diamanti che vogliamo, della qualità o del tipo di gioiello, ecc. Il prezzo medio comunque va dai 40 ai 100 euro. In ogni caso, vi suggeriamo di chiedere un preventivo specifico al vostro dentista in base alle vostre preferenze.

admin

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You May Like