#iosuonodacasa: come gli artisti organizzano concerti al tempo del Coronavirus

Il dilagare dell’epidemia da Coronavirus ha fermato l’Italia e il mondo. Il Decreto del Presidente del Consiglio Giuseppe Conte ha fermato ogni evento, invitando tutta la popolazione a stare in casa per fermare i contagi. L’emergenza sanitaria, però, non ha fermato la musica e la fantasia degli artisti. E, così, è nato #iosuonodacasa. Il progetto è stato creato da Franco Zanetti, direttore del sito di informazione musicale Rockol, al fine di fornire visibilità alle attività spontanee che stanno nascendo, in giro per l’Italia, da parte di molti cantanti. Questi ultimi, infatti, offrono quotidianamente concerti “casalinghi” da diffondere via social, per sostenere la popolazione e sostituire i live, al momento sospesi a causa dell’emergenza Coronavirus. Chi cercava di organizzare un concerto a pagamento a Roma può ora fare un tentativo con il live streaming! In questo modo, tutti gli artisti accompagneranno i loro post con l’hashtag #iosuonodacasa, in cui comunicheranno giorno ed ora della loro esibizione. Tutte le informazioni ricevute, serviranno per stilare un calendario quotidiano, pubblicato da tutti i siti musicali e da altri siti di informazione, purché riporti l’hashtag #iosuonodacasa. #iosuonodacasa però intende perseguire un altro scopo: invitare gli spettatori a piccole donazioni attraverso gli sms. L’Associazione Nazionale Cantanti ha permesso a #iosuonodacasa l’uso del numero solidale 45527, aperto alle donazioni da casa dal 14 marzo. Il valore della donazione è di 2 euro per ciascun SMS inviato da cellulare personale WINDTRE, Tim, Vodafone, PosteMobile, Coop Voce e Tiscali – altre compagnie potranno aggiungersi in seguito. Da rete fissa, sempre al numero 45527, è possibile donare 5 € o 10 € con Tim, Vodafone, WINDTRE. I fondi raccolti serviranno ad aumentare i posti “unità posto letto rianimazione” (letto, respiratore, pompa, infusionali, monitor) disponibili per l’emergenza Coronavirus (COVID-19) presso l’ospedale Niguarda di Milano. Si può anche fare una conferenza online con le piattaforme web.

admin

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Next Post

Esports e bitcoin: piattaforme betting con criptovalute

Lun Mag 4 , 2020
Il betting sportivo nasce storicamente con il mondo ippico, il significato di bet o betting è collegato al recinto di separazione tra i cavalli che correvano e gli scommettitori, esistevano anche gli spalti per vedere meglio gli animali in corsa con le rispettive divisioni tra borghesi e non, classi facoltose […]

You May Like